ABZ Print vince il Premio InnovAzioni 2023

Un grande riconoscimento per ABZ Print, la nuova divisione di Ab Factory 3d che vince il Premio InnovAzioni 2023 indetto dalla Confindustria di Chieti Pescara!

La squadra è orgogliosa e fiera del traguardo raggiunto con il progetto ABZ print, una stampante 3D innovativa per grandi formati di stampa e ringrazia Confindustria di Chieti – Pescara ed il suo presidente.

“One factory, in one machine” – Nasce ABZ Print

TCM Group, insieme ad Ab Factory 3D, annunciano con una conferenza stampa in sede, il 12 settembre, il lancio della nuova divisione ABZ Print e del progetto Massiv, che rivoluzionerà il mondo dell’additive manufacturing con una nuova stampante 3D.

Partecipa il Rettore dell’Università dell’Aquila Prof. Edoardo Alesse, Il Presidente della Camera di Commercio di Chieti – Pescara, Comm. Gennaro Strever, il Dott. Giuseppe Ranalli, presidente polo innovazione automazione, il dott. Stefano Cianciotta, Amministratore delegato Fira S.p.a e Daniele D’amario, Assessore Attività Produttive Regione Abruzzo.

ABZ Print sarà l’espressione più innovativa di sempre nel campo della stampa 3D e unirà tutte le caratteristiche più avanzate del settore in una sola macchina per superare ogni limite produttivo:

– Utilizzo di tecnopolimeri performanti (tipo peek)
– Stampa di grandi dimensioni
– Produzione di Grandi dimensioni
– Produzione in serie con nastro trasportatore
– Cobot per la lavorazione delle parti stampate
– Recupero di scarti ed eccedenze di materiali

ABZ Print è un passo audace verso il futuro dell’additive manufacturing e dell’automazione industriale. TCM Group sottolinea ancora una volta la sua dedizione all’innovazione e alla sostenibilità, ponendosi come principale player nella trasformazione e nell’innovazione dei processi produttivi.

L’evento di presentazione del 12 settembre getta le basi per una nuova era in cui la stampa 3D avrà una sinergia inedita, aprendo le porte a possibilità straordinarie per un’industria 5.0.

Una stampante 3D che stampa se stessa: il futuro è nell’autogenerazione

Oggi, con una stampante 3D, si può stampare davvero di tutto. Ma c’è una nuova frontiera, lì all’orizzonte, tanto affascinante quanto paradossale: una stampante 3D capace di stampare componenti per creare un’altra stampante 3D, in una sorta di auto-generazione. È possibile? Andiamo con ordine. Una stampante 3D può lavorare una grande quantità di materiali, che vengono ampliati e perfezionati con il passare del tempo e con l’avanzamento della ricerca. Esistono soluzioni resistenti al calore, alla forza, materiali più elastici, trasparenti, colorati, adatti ad essere impiegati nel consumo alimentare. I pezzi prodotti possono così essere assemblati e concorrere alla realizzazione di una stampante 3D. Manca però ancora qualcosa. Alcuni pezzi del motore o relativi ai collegamenti elettrici non sono ancora stati definiti per essere introdotti nella macchina. È questo l’aspetto su cui la ricerca sta ancora lavorando, è questo il settore su cui anche noi in AB Factory 3D stiamo lavorando, e non è escluso che ci siano sorprese, nei prossimi mesi.

Per capire cosa facciamo in AB Factory 3D clicca qui.