Fin quando parliamo di oggetti, progetti, strutture, perfino infrastrutture la nostra concezione di ciò che si può fare con la stampa 3D non ha sussulti. Ma è quando ci spingiamo oltre le frontiere del consueto che le cose cambiano.Se vi dicessimo “Organi stampati in 3D” che pensereste? Certo, sembra fantascienza, ma è grazie ai progressi della scienza che negli ultimi anni è stato possibile togliere il “fanta”. Tessuti polmonari, epatici, renali, realizzati in materiali bio-compatibili fanno capolino all’orizzonte, per ora sotto forma di prototipi, complessi studi e ricerche pubblicate su importanti riviste mediche. Poi chissà…

Gli organi stampati in 3D potrebbero fungere soprattutto da “impalcature” dei processi biologici umani, essendo alcune funzionalità in senso stretto sistemi troppo complessi da poter essere riprodotti in laboratorio (immaginate le miriadi di ramificazioni degli alveoli polmonari). Un esperimento molto interessante è stato invece condotto sulle ovaie di alcuni esemplari femmina di topi: sono riuscite a dare alla luce cuccioli sani. Anche sulla retina oculare le sperimentazioni procedono, così come per la pelle. Passi avanti se ne compiono costantemente e immaginare un futuro (10 anni?) in cui le liste per i trapianti siano vuote non è più impossibile.

Scopri sulla nostra home tutte le possibilità di stampa on line in 3D con Ab Factory 3D.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

You may use these <abbr title="HyperText Markup Language">HTML</abbr> tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

*